Partecipa a ValSinello.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

A Casalbordino l'erosione mette a rischio lungomare, pista ciclabile e tratturo

Il sindaco Filippo Marinucci: «Non parlerei di via verde a Casalbordino ma di pista ciclabile di Casalbordino».

Condividi su:

Le prime mareggiate autunnali e l’implacabile avanzare dell’erosione stanno mostrando sempre più tutte le fragilità e i rischi del litorale di Casalbordino. Dopo le ultime mareggiate sul lungomare nord è crollata una scalinata e ovunque la spiaggia appare divorata, l’acqua arriva fin sotto la strada e gli stabilimenti.

Una situazione di grave emergenza su cui in queste settimane sono tornati a chiedere attenzioni ed interventi il sindaco Filippo Marinucci e gli operatori balneari. All’indomani del crollo della scalinata, ultimo in ordine di tempo negli ultimi anni, ha effettuato un sopralluogo il senatore Etelwardo Sigismondi con il primo cittadino e la vicesindaca Carla Zinni

Nell’intervista che ci ha rilasciato il sindaco Marinucci ha sottolineato l’emergenza in atto e i rischi di tenuta del lungomare e della stessa strada. Su cui, sottolinea il primo cittadino casalese, insiste anche il regio tratturo. 

Sul lungomare di Casalbordino era previsto anche il passaggio della Via Verde. Nette e precise le dichiarazioni di Marinucci: a Casalbordino la Via Verde è stata stralciata, ci sarà una pista ciclabile ma sarà la pista ciclabile di Casalbordino. 

Condividi su:

Seguici su Facebook