Partecipa a ValSinello.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Erosione minaccia spiaggia di Fossacesia, ridotti ampi tratti dopo ultime mareggiate

Il sindaco Di Giuseppantonio lancia appello alla Regione per interventi urgenti, fragilità costa emergenza da Francavilla a Casalbordino

Condividi su:

La costa dei trabocchi, le spiagge e le sue bellezze sono vanto e grande ricchezza per tutto il territorio. Scrigni naturalistici, aree di una bellezza mozzafiato e un grande richiamo per turisti che vengono anche dall’estero. Un  paradiso che rischia di scomparire, sempre più a rischio. L’erosione sta divorando mese dopo mese, anno dopo anno, larghi tratti della costa.

È notizia delle scorse settimane l’ultimo crollo sul lungomare di Casalbordino e i nuovi appelli del sindaco Filippo Marinucci e degli operatori balneari perché la Regione Abruzzo intervenga il prima possibile e in maniera efficace. Allarmi, preoccupazioni e appelli giungono costantemente anche da altri comuni. Dopo violente mareggiate nei giorni precedenti all’inizio di novembre è arrivato l’ultimo grido d’allarme da Francavilla, la sindaca Luisa Russo ha reso noto che gli uffici tecnici del Comune hanno scritto all'istituto idrografico della Marina militare, allo Stato maggiore della Marina militare e al comando marittimo sud della Marina militare per chiedere di accelerare i tempi per la fine dell’iter autorizzativo dei lavori di manutenzione delle scogliere della zona nord del litorale francavillese. 

Dopo il maltempo dello scorso fine settimana l’ultimo grido di allarme, in ordine di tempo, giunge da Fossacesia. Ancora una volta flagellata dalle mareggiate. Il Sindaco Enrico Di Giuseppantonio ha scritto al Presidente della  Giunta Regionale Marco Marsilio, al Sottosegretario alla Presidenza delegato alla Difesa della Costa Umberto D'Annuntiis e al Servizio Opere Marittime per chiedere un intervento urgente e “pianifichi ogni possibile soluzione per arginare il fenomeno”. L’ENEA, l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, “nelle sue proiezioni derivanti dallo studio sull'innalzamento dei mari a causa del riscaldamento atmosferico pone Fossacesia tra le località abruzzesi ad alto rischio per le possibili evoluzioni derivanti dal cambiamento climatico conseguenti ai fenomeni erosivi della costa” sottolinea Di Guseppantonio. 

"Il maltempo e l'ingrossamento del mare hanno riproposto la grave situazione dell'erosione su tutti i cinque chilometri della spiaggia di Fossacesia, che merita la massima attenzione e azioni di contrasto non più rinviabili – afferma il primo cittadino che segnala  “una forte riduzione del tratto di spiaggia dall'area Camper alla Darsena, nel lungomare sud, dove sono tra l'altro presenti alcuni stabilimenti balneari” in cui “l’area demaniale  rimasta dopo l'erosione si è ridotta di oltre il 70%”. 

Condividi su:

Seguici su Facebook